Web Marketing con i Social Media

social web marketing

Le Basi del Web Marketing: Conoscere l’Utente

Per attuare una strategia di Web Marketing vincente attraverso i Social Network bisogna innanzitutto conoscere l’utenza Media dei consumatori di questi siti “Social” e le loro abitudini.

Parto subito notando che anno dopo anno il tempo di permanenza di un consumatore su un sito “Social” è in aumento. Generalmente 1/3 del tempo della navigazione.  Maggiore se si considera l’utente medio dei Social Network, ovvero ragazze sotto i 30 anni con un buon livello culturale e uno stipendio medio, che accede da  uno smartphone o un computer portatile.

Interessante notare che oltre ad essere consumatore, questa utenza è genericamente anche produttrice di contenuti, aiutando in questo modo la circolazione di informazioni e di Marketing. Altrettanto interessante notare come lo stesso consumatore sia poi più attivo economicamente e socialmente anche Offline.  Tutti dati da tenere in mente quando si attua una campagna pubblicitaria, ovvero conoscere a chi ci si sta rivolgendo.

Quali sono i siti più frequentati da questa utenza? E quindi su quali investire maggiormente tempo e denaro per una strategia di Web Marketing? Sicuramente facebook,  Twitter e Youtube sono i principali ma in generale parliamo di web 2.0 ovvero quell’insieme di tutte quelle community che permettono uno spiccato livello di  interazione tra il sito e l’utente, e tra gli utenti stessi; ovvero Blog, Forum, Newsgroup, chat, Social Network, Bookcrossing, folksonomy, Sistemi di Feedback ecc.. è qui che è possible l’incontro tra il produttore ed il consumatore, quindi tra chi vende ed il  potenziale cliente. L’importanza di questo approccio “dal basso” con gli utenti consiste nell’ascoltare i bisogni dell’acquirente, le sue idee e le sue proposte, cercando quindi di trovare delle soluzioni e soddisfarlo.

Rendere familiare il Prodotto

Una strategia di Web Marketing quindi non si limita solo alla pubblicizzazione di un prodotto ma anche alla costante revisione e miglioramento attraverso il giudizio popolare: ciò rende più persuasivo e personale il prodotto, in quanto entra a far parte di una comunità e diventa familiare.

La differenza sociale rispetto agli anni 90 è che l’utente non vuole più essere solo “guidato” ma partecipare attivamente a ciò che ama: questo concetto è probabilmente il più importante per chi attraverso una campagna di Web Marketing mirata  vuole passare da una “visibilità” del prodotto a una “familiarizzazione” del prodotto.

Questo tipo di strategia è denominata “Enterprise 2.0” ovvero un modello organizzativo basato sul social computing (i software sociali, le comunità),  l’adozione di un approccio tecnologico ed infrastrutturale (esempio SOA, BPM, RIA) e nuovi modelli di offerta alternativi (esempio Software-as-a-Service.). Tutto ciò permette che l’azienda sia al passo coi tempi, conforme alle metodologie del web 2.0.

In futuro si potrà poi pensare di spingersi oltre, tramite  il web 3.0 e il “Web Potenziato” ovvero tramite la “Referenza Sociale”. Anche questo nuovo tipo di strategie però sono strategie di familiarizzazione del Web (ad esempio tramite una continua segnalazione di Link alla propria cerchia di amici), una sorta di “evoluzione” delle strategie appena spiegate.

Articolo a Cura di “Filippo Stefano Matarazzo”

Leave a comment

Message
Name
E-mail
URL